Fondounimpresa è un servizio inter - dipartimentale della Divisione della formazione professionale e della Divisione dell'economia, che ha i seguenti obiettivi:

  1. Promuovere la conoscenza attraverso corsi di formazione in tema di gestione aziendale (nozioni giuridiche, business plan, marketing e contabilità);
  2. Svolgere il coaching a microimprenditori e ad aspiranti tali residenti nel Canton Ticino e nel Distretto grigionese di Moesa;
  3. Garantire la presenza nel territorio attraverso due sportelli, uno nel Sopraceneri a Bellinzona, l'altro nel Sottoceneri a Trevano - Canobbio;
  4. Diffondere la didattica e la cultura del fare impresa nelle scuole professionali;
  5. Diffondere l'informazione nell'ambito degli attori della formazione professionale;
  6. Sostenere la formazione dei docenti attraverso corsi Istituto universitario federale per la formazione professionale;
  7. Implementare la formazione in classe attraverso il sostegno e la consulenza ai docenti interessati;
  8. Consolidare il concorso cantonale minIMPRESAticino.

 

Il lavoro del Servizio Fondounimpresa avviene in collaborazione e con il sostegno e la supervisione di un team di pilotaggio così composto:

  • Luca Albertoni, Camera di commercio del Canton Ticino;
  • Alcide Barberis, Centro promozione Start-Up e Acceleratore d'impresa dell'USI;
  • Furio Bednarz, Ufficio della Formazione continua e dell'Innovazione del DECS;
  • Fulvio Bottinelli, Centro Professionale Tecnico di Trevano;
  • Giorgio Löffel, Fondazione ECAP;
  • Felix Lutz, Ufficio delle misure attive del DFE;
  • Marco Martino, Associazione Industrie Ticinesi;
  • Stefano Modenini, Associazione Industrie Ticinesi;
  • Gianluca Pagani, Camera di commercio del Canton Ticino;
  • Sacha Puddu, Ufficio Regionale di Collocamento, Lugano
  • Giuseppe Rauseo, Centro formazione professionale - OCST;
  • Stefano Rizzi, Divisione dell'Economia del DFE;
  • Marco Schmidt, Centro professionale Tecnico di Trevano;
  • Roberto Valaperta, Centro professionale Tecnico di Trevano.

 

Perché occorre attivarsi:

  • Particolare esposizione del Cantone Ticino ai processi di globalizzazione, apertura dei mercati e ristrutturazione economica, con conseguente ridefinizione continua delle condizioni del mercato locale del lavoro, che crea evidente disagio e insicurezza nella popolazione e in particolare nei giovani (vedi anche Accordi Bilaterali tra Svizzera e Unione Europea);
  • Necessità di sensibilizzare i giovani alle competenze imprenditoriali per prepararli all’inserimento in un mercato del lavoro ove la mobilità sociale e professionale comprenderà sempre più sbocchi verso il lavoro indipendente e l’iniziativa imprenditoriale;
  • Necessità di sostenere i docenti delle scuole professionali a trattare le tematiche del “fare impresa” e valorizzazione delle risorse e esperienze didattiche maturate in questi anni nel mondo della formazione degli adulti;
  • Marginalità geografica e linguistica del Cantone Ticino che ne ostacola il collegamento con alcune iniziative sul tema della costruzione di competenze imprenditoriali nella formazione iniziale in fase di sviluppo a livello svizzero.

 

 

Chi siamo